umberto.fossali@impresaefficace.com

BLOG

Gli approfondimenti di impresaefficace.it
ridurre i costi
6 Dic 2012

Tre modi per ridurre i costi


Come si fa a ridurre i costi? ti propongo 3 modi e uno strumento.

  1. eliminare le attività che non producono valore
  2. eliminare gli sprechi
  3. migliorare le 4 m

1 eliminare le attività che non producono valore

tutto quello che non produce valore aggiunto per il cliente è uno spreco si risorse e di costo;  un’attività è a valore aggiunto se qualcuno paga per quell’attività; ad esempio le attività di controllo non sono a valore aggiunto (il cliente non  paga per il controllo, paga per un buon prodotto);
esempi di attività  che non producono valore sono.

  • l’archiviazione dei documenti
  • il trasferimento di una pratica
  • fare una ricerca che non legge nessuno
  • firmare per autorizzare uno stato di avanzamento
  • la rilavorazione di un prodotto
  • etc

le attività che non producono valore possono essere eliminabili o non eliminabili; il controllo non è a valore ma spesso non si puo’ eliminare con la tecnologia esistente; il trasferimento di una pratica non è a valore puo’ essere quasi sempre eliminato. Le strategie che devi adottare sono:

  • attività non a valore non eliminabili; bisogna cercare di ridurre le risorse dedicate e i costi corrispondenti, ad es diminuendo gli standard di qualità, o dedicando risorse a minor costo
  • attività non a valore eliminabili; bisogna trovare il modo di eliminarle o di ridurre drasticamente le risorse dedicate
  • attività a valore; beh qui conviene investire i propri soldi…!!!

Mi aiuti a condividere questo articolo?  la tua condivisione mi ripaga del lavoro fatto  per scriverlo

arrow

questo è un processo di evasione di un ordine abbastanza caratteristico di molte imprese;
guarda quante attività che non generano valore:
  • smistamento
  • analisi
  • preparazione
  • richiesta numero
  • etc
questo è un esempio di come si potrebbero eliminare un po' di attività ( e i costi corrispondenti)
come vedi ci sono un po' di attività in meno, il processo è piu' veloce e i costi sono piu' bassi
ti sembra difficile?
 
le tecniche di analisi del valore son alla base della moderna lean production
nel mio ebook -Kaizen Costing -  ti spiego come  applicarle per ridurre i costi  
kaizen costing
 
premesso che la lotta allo spreco dovrebbe essere lo sport nazionale all'interno dell'azienda, non possiamo che citare Tahichi Ohno, l'inventore del modello Toyota che ha classificato gli sprechi in 7 categorie
  1. Spreco di sovraproduzione
  2. Spreco di scorte
  3. Spreco di riparazioni e di scarti
  4. Spreco di movimenti
  5. Spreco di lavorazioni
  6. Spreco di attese
  7. Spreco di trasporti
Spreco di sovraproduzione
è dovuto al fatto che si lavora cercando di saturare la capacità delle macchine e aumentare la produttività; il problema è che la sovraproduzione allunga il lead time e aumenta il magazzino, produciamo beni che non sappiamo se venderemo , che dobbiamo stoccare, catalogare, inserire in gestionale, movimentare e a volte anche manutenere.
Spreco di scorte
le scorte possono essere di materie prime, di semilavorati e di prodotti finiti; le scorte occupano spazio e necessitano di piu’ attrezzature, manodopera e amministrazione, nascondono i problemi di produzione e costituiscono capitale impiegato, diminuiscono la rotazione e quindi il ROI dell'azienda.
Un livello basso di scorte aiuta  a individuare le aree che devono essere esaminate e spinge a prendere in esame i problemi appena nascono.
Spreco di riparazioni e di scarti
Le riparazioni  e gli scarti fanno aumentare i costi, interrompono la produzione e talvolta danneggiano le macchine
Spreco di movimenti
il movimento è un attività che non crea valore; aggiunge fatica alle persone e diminuisce al produttività; esempi di movimenti inutili sono:
  • una persona che cammina
  • Un’azione eccessivamente faticosa
  • Il trasporto di oggetti pesanti
Spreco di lavorazioni

Avviene quando un operatore rimane fermo, per mancanza di parti, per arresti nelle macchine o anche quando un operatore sorveglia una macchina

Spreco di attese
Se guardate i lead time dei prodotti, lo spreco dovuto ad attese è spesso il colpevole dei tempi lunghi di attraversamento. E' legato a una cattiva progettazione del processo a a una cattiva pianificazione
Spreco di trasporti
Si vedono spessissimo persone che muovono i materiali da una parte all'atra dello stabilimento, o tra due arre produttive; il trasporto non aggiunge nessun valore.
3 migliorare le 4 m
le 4 M sono:
  • M Manodopera
  • M Materiali
  • M Metodi
  • M Macchinari
Le domande che puoi porti sono:
  • come si possono ridurre i costi se aggiungiamo o togliamo persone, se le motiviamo meglio, se miglioriamo le competenze, se le facciamo lavorare in gruppo invece che individualmente?
  • come si possono ridurre i costi  se cambiamo gli input di ingresso, modifichiamo i materiali, miglioriamo la pulizia, modifichiamo gli standard di accettazione, la qualità o i volumi di scorte?
  • come si possono ridurre i costi modifichiamo le attrezzature, la tecnologia, il software?
  • come si possono ridurre i costi  se cambiamo i metodi di lavoro, gli standard operativi, miglioriamo la pulizia, la sicurezza, le modalità di ispezione, le procedure?
prova a porti queste domande e verranno fuori molte idee interessanti per ridurre i costi.
Lo strumento per farlo è questa tabella di analisi del valore;
prova a pensare a un processo, scomponilo in attività semplici e compila la tabella. Questi sono i metodi che usano i gruppi Kaizen; se ti interessa una guida operativa per ridurre i costi la puoi trovare qui-Kaizen costing-
Buon lavoro....

kaizen costing

Se questo post ti è piaciuto aiutami a diffonderlo nei tuoi network utilizzando i tasti di condivisione che trovi qui sotto 😉

  

Se vuoi saperne di piu' su come ridurre i costi

kaizen costing

Se vuoi capire come fare un budget di vendita

uffosal3d

qui invece parlo dell'analisi di bilancio

paperbackbookstanding_849x1126

qui puoi trovare come usare il margine di contribuzione

margine di contribuzione

e infine qui impari a fare il rendiconto finanziario

rendiconto finanziario

Iscriviti alla mailing list

0 Response