umberto.fossali@impresaefficace.com

BLOG

Gli approfondimenti di impresaefficace.it
analisi di bilancio
4 Nov 2012

Riclassificazione di Bilancio


Nell’Analisi di Bilancio la Riclassificazione  serve a isolare le aree di gestione aziendale, per poter capire i punti di forza e di debolezza dell’azienda. Si fa la riclassificazione di bilancio sia dello Stato Patrimoniale che del Conto Economico.  Le principali  riclassificazioni del conto economico sono  tre:

  • a  Margine di Contribuzione
  • a Valore Aggiunto
  • a Costo del Venduto

tutte e tre determinano il reddito operativo della gestione caratteristica, ma cambiano i risultati intermedi di gestione.

Si isola il Margine di Contribuzione con la prima, il Valore Aggiunto  e il Margine Operativo Lordo con la seconda, il Costo del Venduto e il margine industriale con la terza. Vediamo come funziona la Riclassificazione a Margine di Contribuzione.

All’interno della gestione caratteristica isoliamo la gestione commerciale.

La gestione commerciale è molto importante perchè indica se l’azienda riesce a creare valore per il suo mercato; qui vediamo che il fatturato è in crescita ( del 13.6%), che è principalmente rivolto al mercato italiano (78,8%) e che si verifica una crescita del mercato estero del 24%, anche se rappresenta solo il 13,9% del fatturato totale.

Nella gestione dei costi, raggruppiamo tutti i costi variabili; i costi variabili sono quelli che variano al variare dei livelli di produzione o di attività ( ad es le materie prime); se il bilancio è interno, dovremmo conoscerli, se stiamo analizzando quello di un concorrente, bisogna spulciare la Nota integrativa e fare delle ipotesi; se troviamo costi che hanno componenti fisse e componenti variabile ( ad es un canone fisso e un costo a consumo) possiamo scorporare le due componenti e destinarle nelle relative sezioni o trattare il costo come interamente variabile o interamente fisso a seconda della prevalenza.

A questo punto possiamo calcolare il Margine di Contribuzione

Il Margine di Contribuzione rappresenta quanto recuperiamo di costi fissi ad ogni vendita effettuata.

se vuoi qui puoi scaricare gratuitamente  il report sull'analisi i bilancio, per fare le tue analisi

arrow

Come vedi passiamo dal 60,8,4% al 69,2%, un miglioramento notevole; Ogni 100 euro di vendita 69,2 servono per recuperare i costi fissi; la cosa bella è che raggiunto il Punto di Pareggio, quei 69,2 euro rappresentano puro profitto per l'azienda. E' il meccanismo della Leva Operativa, per cui una volta raggiunto il pareggio i profitti corrono.
Ora ci mancano i costi fissi, quelli che non variano al variare dei livelli di attività (ammortamenti, personale etc).

La differenza tra Costi Fissi e Margine di Contribuzione ci permette di ottenere il Reddito Operativo, con il relativo ROS

Come vedi passiamo dal 31,5 % di ROS al 40,2%, decisamente notevole, perchè questo è il risultato della gestione caratteristica.

Infine possiamo poi vedere il risultato delle altre gestioni:

  • gestione straordinaria
  • gestione finanziaria
  • gestione fiscale

I valori del Margine di Contribuzione e dei costi fissi, ci servono per calcolare il punto di pareggio e la leva operativa, come ho descritto qui- La magia del punto di pareggio-, e qui -Il segreto della leva operativa-

La riclassificazione di Bilancio ci fornisce molte informazioni utili.

Se questo post ti è piaciuto aiutami a diffonderlo nei tuoi network utilizzando i tasti di condivisione che trovi qui sotto 😉

Se vuoi fare 7 passi nel budget di vendita 

Report sul budget di vendita

Per vendere piu' efficacemente

-Il budget di vendita-.....

Se vuoi capire come usare un bilancio

-Bilancio Special report-

Per un bilancio senza segreti

-I Segreti del Bilancio-

Analisi di bilancio

0 Response