umberto.fossali@impresaefficace.com

BLOG

Gli approfondimenti di impresaefficace.it
20 Mar 2012

La Riduzione dei costi con l’analisi del valore

Ci sono due modi per avere una riduzione dei costi operativi:

  • il kaizen costing
  • l’analisi del valore

L’analisi del valore nasce negli USA, presso la General Electric Co.nel 1942. Un ingegnere, Lawrence Miles sviluppo’ attraverso un nuovo approccio, un efficace programma di riduzione dei costi delle varie linee di prodotto.
Fu sviluppata la tecnica di analisi che consente di distinguere le funzioni necessarie da quelle accessorie e di attribuirvi un valore monetario.
Il risultato si concretizzo’ in un ENORME SUCCESSO, e perciò per qualche anno il metodo venne tenuto “riservato”.
Il primo testo di Miles sull’argomento apparve poi nel 1947 e la tecnica diventa così di dominio pubblico e si diffuse.
Come funziona l’analisi del valore? E’ abbastanza semplice: il presupposto è che in un prodotto, ci sono funzioni di base e funzioni secondarie.
La funzione di base è quella per cui il prodotto viene progettato, ad esempio un asciugacapelli ha la funzione di asciugare i capelli.
Le funzioni secondarie sono quelle che sviluppano le caratteristiche tecniche e operative del prodotto, ad esempio la velocità di funzionamento. In un asciugacapelli lo sviluppo delle funzioni potrebbe essere questo:

le funzioni secondarie possono essere classificate:

  • a valore
  • non a valore

dove il concetto di valore e semplicemente descritto come “ qualcuno è disposto a pagare per quella funzione”; in particolare una funzione sarà a valore se ripaga il costo necessario per produrla. Se la funzione non è a valore, puo’ essere eliminata, eliminando tutti i costi correlati, o fortemente ridotta.
La cosa interessante è che questo approccio puo’ essere utilizzato anche nell’analisi dei processi. Ad esempio Rayan Air ha ritenuto (giustamente) non a valore l’attività di check in, infatti quando prenotiamo il biglietto lo fa fare a noi on line.
Tutte le aziende low cost adottano una logica di analisi del valore.
Ad esempio per analizzare un’operazione di un processo produttivo si potrebbe usare un foglio di lavoro come questo:

L’analisi del valore ci permette di individuare funzioni o attività a basso valore aggiunto dove possiamo tagliare i costi con l’accetta; è il concetto di costo efficace; un costo è efficace solo se porta valore aggiunto. Ne parlero’ nel corso che si terrà a partire da sabato 21 aprile per quattro sabati presso l’Enaip di Cordenons (PN), Pianificare, controllare e ridurre i costi aziendali.
Se questo articolo ti è piaciuto, aiutami a diffondere la voce su Facebook, twitter e Google +. E se hai un minuto di tempo da dedicarmi, non dimenticare di inviarmi un commento con feedback, opinioni, idee, domande o chiarimenti.

nel libro Kaizen Costing ne parlo piu’ ampiamente

Kaizen Costing
Se sei interessato a ricevere gli aggiornamenti di Impresaefficace.it puoi iscriverti alla newsletter

Se questo post ti è piaciuto aiutami a diffonderlo nei tuoi network utilizzando i tasti di condivisione che trovi qui sotto 😉

Se vuoi fare 7 passi nel budget di vendita 

Report sul budget di vendita

Per vendere piu’ efficacemente

Il budget di vendita-…..

Se vuoi capire come usare un bilancio

Bilancio Special report

Per un bilancio senza segreti

I Segreti del Bilancio

3 Responses

  1. Pingback : Produzione industriale, la macchina del tempo ci porta agli anni Novanta | Mario Seminerio | Il Fatto Quotidiano | Impresa efficace

  2. Pingback : La Crescita e l’Araba Fenice | Impresa efficace

  3. Pingback : tre efficaci metodi per evitare la riduzione dei costi | Impresa efficace