umberto.fossali@impresaefficace.com

BLOG

Gli approfondimenti di impresaefficace.it
punto di pareggio
2 Nov 2010

Enel Greenpower: quattro passi nel bilancio…

Enel Green PowerCome sono i conti della matricola Enel Greenpower? Ho provato a fare una passeggiata nel bilancio
La società è la punta di diamante delle energie rinnovabili dell’Enel e opera praticamente in tutti i settori dell’energia rinnovabile: solare, eolico, geotermico, idroelettrico e biomasse, in Europa, Nord America e America Latina, con una netta prevalenza nell’idroelettrico (52%) e nel geotermico (41,5%).
Vediamo il conto economico…in milioni
ce enelgreenpower
la gestione commerciale evidenzia una crescita dei ricavi sia comparando i risultati semestrali che annuali, anche se forse ci si poteva aspettare cifre piu’ elevate (10,53% sul semestre e 6,7% sull’anno). La sensazione è che la politica di crescita sia prudenziale e centrata sui progetti a piu’alto rendimento. Politica condivisibile, tanto piu’ in un mondo in crisi come quello attuale.

Il valore aggiunto si mantiene intorno al 72% del fatturato. Il MOL (EBITDA) nel 2009 è pari a 1.207, 63,7% del fatturato (decisamente notevole). Il reddito operativo vale 791 milioni con un ROS del 41,7% (da leccarsi i baffi) anche se in leggera decrescita nel 1° sem 2010 (39,94%). La gestione finanziaria rispetta i canoni della buona gestione, con oneri finanziari al 20,4% del reddito operativo. Il carico fiscale farebbe sognare una piccola e media impresa (33%) e si arriva a un utile di 418 milioni pari al 22,1% del fatturato; la struttura di redditività è decisamente buona.
E ora lo stato patrimoniale…
elengp
il capitale investito è in crescita: 7.812 nell’2008, 8.330 nel 2009 e 10.940 nel 1°sem 2010 (crescita del 31,33%) segno che il management crede nel settore..
il rapporto di indebitamento è alto nel 2009, ( 2,25) ma ritorna a 0,51 nel 2010 grazie a un aumento di capitale (quindi decisamente in linea con i parametri di solidità)
la posizione finanziaria è –5.394 nel 2009 e migliora a –3.150 nel 2010, -4,47 rispetto al MOL 2009, al limite dei livelli di rischio.
Se confrontiamo il capitale investito 8.330, con il reddito operativo, 791 otteniamo il ROI pari a 9,5%, non esaltante; la crescita degli investimenti ha penalizzato la redditività, bisognerà vedere se gli investimenti in futuro si tradurranno in fatturato; infine il ROE, rapporto tra utile, 418 e mezzi propri 2.564 è pari al 16,3%, per la felicità degli azionisti….
Complessivamente quindi una notevole redditività operativa, penalizzata da investimenti che non hanno ancora manifestato il loro contributo in bilancio e una situazione patrimoniale di buona solidità. La crescita degli investimenti è elevata e avra’ bisogno di tradursi in una simile crescita di fatturato che in questo momento è ancora bassa…
La prossima puntata vedremo la situazione finanziaria e la struttura di costo…
Se volete saperne di piu’ sul bilancio I segreti del bilancio

Se questo post ti è piaciuto aiutami a diffonderlo nei tuoi network utilizzando i tasti di condivisione che trovi qui sotto 😉

Se vuoi saperne di piu’ sull’analisi di bilancio devi leggere

analisi di bilancio

Se vuoi saperne di piu’ sul Rendiconto Finanziario puoi leggere

Schermata 2015-08-06 alle 16.11.29

Se vuoi saperne di piu’ sul Budget di vendita puoi leggere

budget di vendita

Se vuoi Risparmiare il 5% dei tuoi costi puoi leggere

costi standard

Se vuoi aumentare la tua marginalità leggi

margine di contribuzione

4 Responses

  1. Silvia

    Se la situazione è così positiva, quali sono le finalità dell’emissione?

  2. facebook-profile-picture
    Umberto Fossali

    Buongiorno Silvia
    le finalità dell’emissione sono di fare cassa e recuperare l’aumento di capitale fatto recentemente; i soldi infatti vanno alla controllante Enel ( che dopo l’emissione continua a mantenere il controllo); Enel quindi recupera l’investimento, mantiene il controllo della società. il P/E di emissione a livello massimo di offerta è di 23,2, abbastanza alto in questi periodi. I valori di bilancio rimangono comunque molto buoni a livello strutturale; naturalmente non è una garanzia che in futuro l’investimento sia redditizio, pero’ possiamo dire che il business in questo momento funziona…

  3. Pingback : Pressione fiscale nel bilancio aziendale | Impresa efficace

  4. Pingback : La riclassificazione a valore aggiunto | Impresa efficace