umberto.fossali@impresaefficace.com

BLOG

Gli approfondimenti di impresaefficace.it
10 Ott 2011

Economia in pillole: Licenziare i padreterni -Gian Antonio Stella- Sergio Rizzo

Lo sapete che se fate una donazione di 100.000 euro a una onlus che, ad esempio cura la leucemia dei bambini, potete detrarre dalle tasse 392 euro e 50 centesimi mentre se la stessa donazione la fate a un partito politico ( Berlusconi, Fini, Mastella, Casini, Bersani? A voi la scelta) potete detrarre 19.000 euro?

O che le spese del Senato o della Camera sono cresciute 9 volte piu’ della crescita del reddito del paese, dall’83 a oggi?

O che versiamo 200 milioni di euro l’anno per il finanziamento ai partiti ( che un referendum aveva abolito) oltre a 75 milioni l’anno per il finanziamento dei gruppi parlamentari?

O che la spesa per il parco della musica di Firenze a cura della Protezione Civile è passata d 80 a 236 milioni di euro? (156 milioni di differenza, +295% in piu).
Se volete conoscere queste belle amenità e anche qualche altra vi consiglio vivamente di comprare e leggere l’ultima creazione della premiata ditta

Stella-Rizzo, censori dei custumi politici italiani.

Si parla di cattivo costume della politica italiana,non risparmiando politici di destra e sinistra, regioni del sud e del nord Italia. Sicuramente non una novità, ma ancora piu’ stridente alla luce delle difficoltà del paese e del fatto che quattro anni fa sono gia’ state evendenziate, non solo da Rizzo e Stella, le spese matte della nostra classe politica. Se facciamo il paragone con De Gasperi che per andare alla casa Bianca si fece prestare il cappotto dal suo collega Piccioni si vede tutto il declino di questi personaggi. Il tutto condito con un arroganza senza pari che fa dire ad esempio a un deputato che “la retribuzione di un parlamentare non è sproporzionata rispetto a quella , per esempio di un insegnante” (bontà sua..). i nostri campioni sono decisamente i migliori del mondo; ad esempio guadagnano molto di piu’ dei loro colleghi europei, ma non c’è storia neanche se facciamo confronti oltreoceano. Ogni cittadino italiano spende 26,33 euro l’anno per mantenere il Parlamento, contro 13,6 di un francese, 10,19 di un inglese e cosi’ via….

Naturalmente il corollario è che a differenza dei cittadini europei che si trovano le dichiarazioni degli eletti on line o bilanci delle istituzioni da noi ci sono le cortine di fumo; se volete la dichiarazione dei redditi di un parlamentare dovete consultarla in apposito ufficio dove non potete neanche fare una fotocopia. Dulcis in fundo le Regioni, vero pozzo senza fondo dei soldi che versiamo in tasse.

Ad esempio scopriamo che l’ex Presidente del consiglio della regione Calabria riceve 211.842 euro e 45 cent per rimborso delle spese di trasporto percorrendo una media di 468 km al giorno (tutti i giorni!!!) dal 10 luglio 2006 al 31 marzo 2010. Oppure che la regione Lazio ha in essere canoni di affitto per 24 milioni e 582.644 euro, cinque volte tanto il Senato ( che pure non è un esempio di risparmio…) oppure che la differenza tra entrate proprie e uscite della Regione Sicilia è di 13,2 miliardi di Euro ( praticamente paghiamo la finanziaria alla Regione Sicilia). Infine lo sapete perché le assicurazioni auto sono cosi’ care? Le provincie si finanziano con un imposta del 12,5% sulle Rc Auto che col decreto del Federalismo fiscale puo’ essere alzato fino al 16%.

Un libro da leggere per capire chi votare e soprattutto chi non votare e per capire perché’ l’attenzione è tutta e solo sull’evasione e colpisce chi in realtà non evade; ho fatto due conti:se il parco della musica di Firenze fosse costato come da preventivo avremmo evitato di spendere 156 milioni di euro in piu’; prendiamo una partita iva che ha un reddito di 60.000 euro e ne dichiara supponiamo 30.000. Con un livello di tassazione del 50% ( in realtà è piu’ alto) dovremmo recuperare 312 milioni di imponibile per andare a pari dei 156 milioni di Firenze, cioè a colpi di 30.000 euro recuperati dobbiamo beccare in castagna 10.400 evasori; secondo Voi ci sono oggi in Italia 10 cantieri pubblici dove i conti sono quelli di Firenze? L’’equivalente sarebbe di pescare 104.000 evasori, e via cosi’. Questo tipo di evasione (da condannare, si capisce) si combatte in due modi; con una tassazione fissa e con aliquote non medioevali (30%?).

Ps:una cosa che non ho mai capito: come fanno a stimare l’evasione fiscale? Qualcuno dice 200 qualcuno 300 qualcuno di piu’ di miliardi evasi…….
Se questo post ti è piaciuto aiutami a diffonderlo nei tuoi network utilizzando i tasti di condivisione che trovi qui sotto 😉

Se vuoi fare 7 passi nel budget di vendita 

Report sul budget di vendita

Per vendere piu’ efficacemente

Il budget di vendita-…..

Se vuoi capire come usare un bilancio

Bilancio Special report

Per un bilancio senza segreti

I Segreti del Bilancio

0 Response