meta name="alexaVerifyID" content="S7FRQFJ87mC3Ku-V8xqeYym4GR0" />

Debito pubblico; Pensieri storti

Share

Chi ha creato il debito pubblico? Nell’immaginario Italiano c’è la famigerata triade del CAF, Craxi, Andreotti, Forlani; diciamo che hanno fatto la loro parte, ma la realtà e’ un po’ diversa.
Come dice Oscar Giannino, con dati tratti dalla Banca d’Italia, il debito pubblico alla fine del governo Andreotti del 1992 ai valori di oggi valeva 795 miliardi di euro; ora siamo a quali 2.000 miliardi. La Seconda repubblica ha preso il debito (enorme) della prima repubblica e l’ha , se mai possibile, enormemente aggravato; Si è passati da una media di incremento del debito di 47,5 milioni al giorno della prima repubblica a 287 milioni al giorno nella seconda con i governi Amato e Ciampi.

La media giornaliera dei diversi governi successivi è:
Berlusconi media giornaliera di 330 milioni al gg
Dini media giornaliera di 207,3
Prodi media giornaliera di 96,2
D’Alema media giornaliera di 76,3
Amato media giornaliera di 124,5
Berlusconi media giornaliera di 124,3
Prodi media giornaliera di 97,5
Berlusconi media giornaliera di 217,8.
Le conclusioni sono a ogni evidenza:
-non è vero che la prima repubblica è la sola responsabile del debito
-(Purtroppo) i governi di destra sono stati piu’ colpevoli di quelli di sinistra nell’incremento del debito
-la politica di stretta fiscale fatta a partire dal governo Amato che prosegue tutt’ora con il governo Monti non è servita a nulla per la riduzione del debito, ma solo a deprimere la crescita e a peggiorare la competitività del sistema Italia e a preservare i privilegi di questa classe politica.
-fino a quando non si riducono le spese pubbliche non c’è speranza di ridurre il debito.
Esempi di riduzione della spesa pubblica sono:
-Privatizzazione della Rai; non si capisce perchè non ci sono i soldi per la scuola ma paghiamo quasi due miliardi all’anno per sostenere la Rai.
Privatizzazione delle Poste, delle Ferrovie
-Eliminazione delle Provincie, non ne sentirebbe la mancanza nessuno
-Trasferimento delle funzioni delle camere di commercio alle regioni
-Accorpamento di Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza
-Trasferimento delle funzioni della Protezione Civile all’Esercito
-Ritiro dalle missioni internazionali; non si capisce perchè spendiamo soldi e mandiamo a morire ragazzi all’estero, quando molti pensionalti non hanno neanche un reddito di sussistenza.
-Riduzione delle pensioni massime, da subito a 5/6000 euro?
-Contributo di solidarietà del 50% ai pensionati inferiori ai 50 anni, da subito; alla faccia dei diritti acquisti, non si capisce perchè dobbiamo andare in pensione a 65 anni con un tozzo di pane, mentre qualcuno se la gode tranquillamente.
-Eliminazione dei finanziamenti ai partiti
-Eliminazione dei contributi alle imprese
-Eliminazione dei contributi ai giornali
per non parlare della lotta agli sprechi nell’amministrazione pubblica ( basterebbe applicare un po’ di analisi del valore per trovare una voragine di risparmi)
Infine, non si capisce perchè siamo presunti evasori se paghiamo in contanti per 1000, ma partiti politici e sindacati, che movimentano milioni di euro, non presentano un bilancio e e non devono rendicontare neanche un euro dei soldi ricevuti, come evidenziano i recenti casi, dove qualche leader di partito cade dalle nuvole quando mancano 13 milioni di euro ( o piu’).
quali altri spese si potrebbero eliminare secondo voi?

Se questo post ti è piaciuto aiutami a diffonderlo nei tuoi network utilizzando i tasti di condivisione che trovi qui sotto ;-)

Se vuoi fare 7 passi nel budget di vendita 

Report sul budget di vendita

Per vendere piu’ efficacemente

-Il budget di vendita-…..

Se vuoi capire come usare un bilancio

-Bilancio Special report-

Per un bilancio senza segreti

-I Segreti del Bilancio-

 

Share
You can leave a response, or trackback from your own site.
  • PICCINI GIOVANNI

    SI POTREBBE ANZI SI DEVE RISPARMIARE SUGLI STIPENDI DEI POLITICI DAI RAOPPRESENTANTI PROVINCIALI FINO AI RAPPRESENTATI EUROPEI SIA IN IMPORTO DI STIPENDIO SIA PER IL NUMERO DI PARLAMENTARI. SU TUTTI I PRIVILEGI CHE SI SONO ACQUISITI SENZA CHIEDERE AUTORIZZAZZIONE AL POPOLO ,CHE LORO RITENGONO SOVRANO , MA IN REALTA’ CI OPRENDONO SOLO IN GIRO. ALLE AUTO BLU , DEVONO ANDARE AL LAVORO CON LA PROPRIA AUTO O CON ALTRI MEZZI A PROPRIE SPESE COME TUTTI I CITTADINI. DOVREBBERO SOLO VERGOGNARSI A CHIEDERE ANCORA SSACRIFICI AI CITTADINI E LORO NON SI SONO ABBASSATI DI 1 CENT IL LORO IMMERITATO STIPENDIO. LA PENSIONE NOI DOPO 40 ANNI E LORO DOPO 1 GIORNO DI LAVORO, VERGOGNATEVI 40 VOLTE.
    GRAZIE

  • Pingback: tre efficaci metodi per evitare la riduzione dei costi | Impresa efficace

  • Pingback: Debito pubblico; Pensieri storti | Calabria Che Lavora

Powered by WordPress | See the Latest Cell Phone Deals at Bestincellphones.com. | Thanks to MMORPG, Video Game Music and Isochronic beats
Umberto Fossali PIVA 11267870159